Benvenuti allo SPORTELLO ExC = Energie per la Città, per informazioni chiama 0547-356500 o scrivi a info@losportelloexc.it

Energie rinnovabili



Le energie rinnovabili sono dunque forme di energia alternative alle tradizionali  "fonti fossili" (che sono invece considerate "Energie non rinnovabili") che hanno la peculiarità di essere "energie pulite", ovvero di non immettere nell’atmosfera sostanze inquinanti e/o climalteranti (quali ad esempio la CO2).

Le principali fonti di energia rinnovabile utilizzate dall’uomo sono:

L’energia solare. È la fonte rinnovabile più conosciuta ed è utilizzata per produrre acqua calda (solare termico)  ed energia elettrica (solare fotovoltaico).

Le biomasse. Sono risorse naturali organiche che possono essere utilizzate come combustibili e/o carburanti. Ad esempio, alcuni tipi di legname possono essere utilizzati come materia prima per produrre energia termica tramite la combustione. 

L’energia eolica. È la fonte di energia generata dal vento che può essere trasformata direttamente in energia meccanica ( es. mulini a vento ) e indirettamente in energia elettrica ( es. pale eoliche ). 

L’energia geotermica. È l’energia ricavata dallo sfruttamento del calore proveniente dal terreno. Durante il periodo invernale la temperatura del sottosuolo è superiore rispetto a quella dell’aria esterna e questa differenza di temperatura può essere sfruttata per riscaldare le abitazioni grazie a degli appositi impianti. 

L’energia idraulica. È l’energia che sfrutta lo spostamento delle masse d’acqua per produrre energia elettrica. Le principali fonti di energia idraulica sono generate dalla forza dovuta alla caduta dell’acqua (centrali idroelettriche), dalle onde e dalle maree.

Le fonti di energia fossile come petrolio, carbone, gas naturale e la fonte nucleare sono, invece, risorse limitate e non rinnovabili, cioè possono essere utilizzate soltanto una volta e non si riproducono naturalmente in un breve periodo di tempo.

IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI per produrre energia dal sole

Che cos’è e come funziona.
L’impianto fotovoltaico sfrutta l’energia del sole trasformandola in energia elettrica utilizzabile all’interno di qualsiasi edificio. Diventa quindi uno dei migliori sistemi di produzione energetica ecosostenibilein quanto l’energia che viene prodotta non genera nessun tipo di inquinamento. Un impianto fotovoltaico è un sistema costituito essenzialmente da moduli fotovoltaici  e da apparecchiature (inverter e contatori, batterie di accumulo)

Trattandosi di un impianto elettrico a servizio di un edificio che rientra nel DM 37/08  , l’installazione deve essere affidata a ditte abilitate ai sensi del DM 37/08 e in grado di rilasciare, al termine dei lavori, la DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’.

Di giorno, quando siamo in casa e utilizziamo gli elettrodomestici possiamo sfruttare direttamente l’energia prodotta dal nostro impianto fotovoltaico (autoconsumo). Quando non siamo in casa e i consumi sono minori,  il nostro impianto fotovoltaico continua a produrre energia che può essere immagazzinata in apposite batterie o che viene immessa nella rete pubblica per essere successivamente riconosciuta  riducendo comunque la bolletta (scambio sul posto).

Come e Dove mettere l’impianto fotovoltaico ?
L’installazione di un impianto fotovoltaico deve essere preceduta dal sopralluogo di un tecnico competente che valuterà le migliori condizioni di installazione:
- meglio se la falda del tetto è esposta a sud e se è possibile installare il pannello inclinato;
- no a ombreggiamenti di alberi, camini o altri edifici più alti che possono comportare riduzioni di produzione;
- per una abitazione è possibile installare un impianto ad esempio da 3 kW che occuperà una superficie di circa 15 metri quadrati, anche frazionabile in più zone.


Perché installare un impianto fotovoltaico?
 

VANTAGGI 
- produce energia elettrica pulita e rinnovabile e quindi non vengono utilizzati combustibili: ciò consente di non immettere gas inquinanti nell’atmosfera;
- Se l’impianto è correttamente dimensionato e se l’utente impara a consumare energia, i consumi possono ridursi notevolmente fino ad annullarsi.
- La tecnologia del fotovoltaico è affidabile, poco affetta da guasti e richiede poca manutenzione;  
- Per impianti di piccola potenza le procedure di autorizzazione sono molto semplificate. 
- Oggi i costi di installazione si sono notevolmente abbattuti di 4-5 volte rispetto all’anno 2010.
- Un impianto fotovoltaico consente di ridurre drasticamente i costi sulla bolletta elettrica;
- Passare al fotovoltaico vuol dire aumentare il valore e l’efficienza energetica della propria abitazione;
- Annualmente vengono stanziati incentivi e/o agevolazioni fiscali 

 

IMPIANTI SOLARI TERMICI per produrre acqua calda sanitaria

L’impianto solare termico è composto da uno o più pannelli in vetro nei quali l’acqua viene scaldata sfruttando l’energia solare. Di solito ai pannelli è abbinato un boiler per immagazzinare l’acqua calda, che sarà più o meno voluminoso in base al fabbisogno di acqua dell’edificio.

Esistono vari tipi di pannelli solari adatti a soddisfare le differenti esigenze; tra questi ci sono i pannelli non vetrati, quelli vetrati, quelli sottovuoto ecc.

pannelli non vetrati, meno diffusi in ambito domestico, sono privi di copertura e l’acqua passa all’interno dei tubi del pannello e viene riscaldata dai raggi solari e poi direttamente utilizzata. In genere questa tipologie è utilizzata per attività stagionali come i campeggi.  

pannelli piani vetrati, sono costituiti da una piastra metallica sulla quale sono saldati i tubi nei quali passa il liquido che trasferisce il calore dal pannello all’acqua contenuta nel serbatoio. Una superficie vetrata antiriflesso permette alla radiazione solare di essere assorbita, senza dispersioni verso l’ambiente esterno, dalla piastra metallica che si riscalda, realizzando così un “effetto serra”.

I pannelli sottovuoto sono costituiti da condotti di vetro posti sottovuoto, al cui interno sono posizionate le tubazioni che, assorbendo la radiazione solare, riscaldano il liquido in circolazione.

Esistono 2 tipi di impianti solari termici:

- impianti a circolazione naturale: l’energia termica viene trasferita dalla radiazione solare all’acqua attraverso un pannello situato sul tetto della casa e attraverso moto naturale l’acqua calda viene accumulata nel serbatoio situato alla sua sommità. L’efficienza di questo tipo di impianto, ovviamente, cala durante i mesi invernali, quando le temperature esterne molto basse tendono a far raffreddare il serbatoio. Possono essere utilizzati per impianti di piccole dimensioni e loro scopo principale è quello di sostituire i classici boiler delle case, per il riscaldamento dell’acqua sanitaria.

- impianti a circolazione forzata: L’energia termica viene trasferita dalla radiazione solare all’acqua attraverso un pannello situato sul tetto della casa, in cui circola un fluido che, attraverso una pompa ed una centralina elettronica, trasferisce l’energia all’acqua contenuta in un serbatoio che si trova in un locale della casa.

 

Dove si possono installare i pannelli solari termici ?
La migliore installazione dei pannelli solari è sulle coperture sui tetti. La decisione in merito alla fattibilità tecnica e alla convenienza economica deve essere preceduta da un sopralluogo tecnico per fare valutazioni specifiche per il vostro edificio:
- disponibilità di superficie sul tetto necessaria per installare i pannelli (per un appartamento possono essere sufficiente 2 o 3 pannelli con una superficie totale inferiore a 5 metri quadrati).
- corretta esposizione ed inclinazione (il più possibile verso SUD e a 30°)
- assenza di ostacoli (alberi, camini, altri edifici) in grado di creare ombreggiamenti dannosi.


Perché installare un impianto solare termico?
 

VANTAGGI 
- produce acqua calda sfruttando una fonte di energia pulita e rinnovabile;
- riduce il consumo di energia e quindi le emissioni di gas inquinanti dell’atmosfera e responsabili dell’effetto serra;
- consente di ridurre i costi in bolletta in quanto sfrutta un’energia gratuita (quella del Sole);
- Passare al solare termico vuol dire aumentare il valore e la classe di efficienza energetica della propria abitazione;
- Annualmente vengono stanziati incentivi e/o agevolazioni fiscali-


Pompa di calore
La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia termica da una sorgente più fredda ad una sorgente più calda, utilizzando principalmente energia elettrica. Le più comuni tipologie di pompe di calore sono:
- aria-aria;
- aria-acqua;

Con il primo termine si indica la fonte da cui si estrae il calore, e con il secondo la forma con cui viene distribuito all’interno dell’edificio. Esistono anche le pompe di calore geotermiche, che ricavano energia dal terreno, oppure le pompe di calore che estraggono il calore dall’acqua di falda riuscendo a garantire tutto l’anno rese stabili, grazie alle ridotte oscillazioni termiche del sottosuolo.

Gestore Servizi Energetici
Agenzia Nazionale Efficienza Energetica

 

SCALDACQUA A POMPA DI CALORE

Anche per produrre l’acqua calda sanitaria è possibile utilizzare la tecnologia della pompa di calore. Uno scaldacqua a pompa di calore è alimentato con energia elettrica ma  è considerato a fonte di energia rinnovabile in quanto riesce a sfruttare il calore contenuto nell’aria esterna e a cederlo all’acqua da riscaldare, sia in inverno che in estate.

 

Come scegliere uno scaldacqua a pompa di calore ?
La decisione in merito alla fattibilità tecnica si basa sull’esistenza nell’edificio di alcuni requisiti, che dovranno essere verificati da un tecnico competente in sede di sopralluogo:
- le caratteristiche climatiche del luogo dove viene installata;
- le caratteristiche specifiche dell’edificio,come ad esempio gli spazi necessari per l’installazione dell’impianto;
- le condizioni di impiego (quanta acqua e per cosa).
Questi requisiti influenzano la scelta del tipo di pompa di calore da installare .

Trattandosi di un impianto, l’installazione deve essere affidata a ditte abilitate ai sensi del DM 37/08 e in grado di rilasciare, al termine dei lavori, la DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’.


Perché installare un impianto a pompa di calore?
 

VANTAGGI 
- produce acqua calda sfruttando una fonte di energia pulita e rinnovabile;
- riduce il consumo di energia e quindi le emissioni di gas inquinanti dell’atmosfera e responsabili dell’effetto serra;
- consente di ridurre i costi in bolletta in quanto sfrutta un’energia gratuita ;
- Passare alla pompa di calore vuol dire aumentare il valore e la classe di efficienza energetica della propria abitazione;
- Annualmente vengono stanziati incentivi e/o agevolazioni fiscali




 
Energie per la Città Srl P.IVA e CF 03919620405