Benvenuti allo SPORTELLO ExC = Energie per la Città, per informazioni chiama 0547-356500 o scrivi a info@losportelloexc.it

Risparmio energetico: meglio ventilatore o condizionatore?

10/07/20



Condizionatori e ventilatori sono le scelte più comuni per garantire benessere e sollievo nel periodo estivo ma si differenziano per caratteristiche e consumi di elettricità.

La spesa legata all’uso del condizionatore per almeno 12 ore al giorno ha un costo medio di circa 3 euro, che genera un incremento sulla bolletta, calcolata su tutta l’estate, di oltre 160 euro, stima che può essere ridotta di circa il 30% scegliendo modelli a tecnologia "inverter" ad alta efficienza, di tipo "spilt" ed sceglendo un corretto settaggio delle impostazioni. Altroconsumo, conferma queste stime: cinque ore al giorno di condizionatore acceso costano mediamente 1,5 euro.

Se si tiene acceso un ventilatore, invece, si spendono solo tra i 2 e i 5 centesimi all’ora, per una spesa giornaliera che può variare da 25 a 60 centesimi (per 12 ore di utilizzo).

A livello di consumo non c’è paragone: un condizionatore medio consuma circa 700 watt all’ora, mentre un ventilatore consuma mediamente circa 50 watt all’ora, quasi 15 volte di meno rispetto all’aria condizionata.

Utilizzare un ventilatore al posto del condizionatore, dunque, può essere un opportunità se si vuole risparmiare in bolletta a fine estate e magari anche stare attenti all’ambiente, risparmiando sulle emissioni di carbonio.

 

Quando però l’uso del condizionatore diventa inevitabile, conoscere e mettere in atto alcune strategie per risparmiare energia può fare la differenza per evitare gli sprechi.

  • SCEGLI E POSIZIONA CORRETTAMENTE IL TUO CONDIZIONATORE: il consumo di un condizionatore può variare sensibilmente a seconda della metratura della casa e della disposizione delle stanze nella stessa. Gli ambienti eccessivamente esposti al sole, ad esempio, richiedono un’energia molto superiore all’impianto per raffreddare la stanza già di per sé molto calda. Questo rende necessario dunque prestare attenzione ad installare il climatizzatore in modo strategico per favorire la massima efficienza energetica ed evitare inutili sprechi.
  • ACCENDI IL CLIMATIZZATORE SOLO SE NECESSARIO: per ridurre i consumi e tagliare le spese in bolletta utilizza il climatizzatore solo se sei in casa e quando strettamente necessario. Se trascorri fuori casa la maggior parte della giornata prediligi l’acquisto di un ventilatore, sarà la soluzione ideale per portare refrigerio senza far lievitare i consumi.
  • REGOLA CORRETTAMENTE LA TEMPERATURA: assicurati di utilizzare correttamente il climatizzatore impostando la temperatura corretta, che nel periodo estivo non dovrebbe essere mai inferiore ai 24°C mentre lo scarto con l’ambiente esterno deve essere pari a circa 6°C.
    Ricorda che ogni grado in meno sul termostato farà lievitare la tua bolletta!
  • UTILIZZA TENDE ESTERNE E PERSIANE PER ALLONTARE IL CALORE: per mantenere fresca la tua casa nelle calde giornate estive e per fare in modo che il tuo condizionatore svolga bene la sua funzione prediligi tende e persiane di colore chiaro, contribuiranno ad allontanare i raggi solari, potrai ridurre fino al 77% l’aumento di calore all’interno dell’abitazione. La luce solare diretta può aumentare la temperatura di una stanza di 10 – 20°. Più al fresco manterrai l’ambiente, meno avrai bisogno di utilizzare il condizionatore d’aria.
  • SCEGLI LA TECNOLOGIA INVERTER: i condizionatori moderni mettono a disposizione alcune tecnologie innovative che consentono di renderne più efficiente il funzionamento, ad esempio l’inverter. Adattando la velocità del motore al fabbisogno dell’ambiente, ossia alla reale necessità di caldo o freddo all’interno dell’abitazione, questi condizionatori di ultima generazione permettono di risparmiare il 30% di energia elettrica, contribuendo a ridurre anche le emissioni dannose per l’ambiente. Questi dispositivi, sono realizzati con elevati standard di risparmio energetico, che gli consentono di consumare meno energia rispetto a quelli più datati: un apparecchio ad alta efficienza energetica, di classe A o A +++ riduce di un terzo il consumo di energia e dunque i costi in bolletta. 
  • CURA LA MANUTENZIONE: preoccupati di controllare i filtri dell’aria e di mantenerli puliti e privi di detriti: se il flusso d’aria è limitato, il tuo impianto dovrà lavorare il doppio e questo ti costerà uno spreco di energia molto maggiore. La pulizia dei filtri è una semplice operazione che può aumentare l’efficienza del tuo condizionatore dal 5% al 15%. Per una corretta manutenzione è necessario assicurarsi che tutte le parti del condizionatore siano pulite e in buone condizioni. 
  • MIGLIORA L’ISOLAMENTO DELL’AMBIENTE: per risparmiare con il condizionatore evita il più possibile le dispersioni di calore all’interno. Migliorare l’isolamento termico della tua casa e ridurre i flussi d’aria installando infissi a risparmio energetico, ad esempio, minimizza le perdite di flusso d’aria e massimizza la ritenzione di calore. Isolare dove possibile è un modo economico ed efficace per ridurre i tuoi consumi e i costi delle bollette.




 
Energie per la Città Srl P.IVA e CF 03919620405